ce93b7c97ea8831859bbe17c36b83648_XL

Il servizio di collegamento tra Messina, Villa San Giovanni e Reggio Calabria è essenziale per la mobilità nell’ambito dell’area dello Stretto e rappresenta uno strumento indefettibile per garantire la continuità territoriale tra l’Isola ed il Continente. Per questo ho predisposto un emendamento all’art. 2 del  Decreto legge 187 (quello che riguarda il ponte sullo stretto) relativo al servizio pubblico locale.

Il servizio di collegamento tra le due sponde si è rivelato negli anni, uno strumento sempre più apprezzato dai pendolari che quotidianamente si spostano tra le due sponde dello stretto per motivi di lavoro o studio. Oggi ad utilizzarlo sono un milione di passeggeri l’anno.

Il servizio scadrà, come noto, il 28 giugno 2013. I fondi necessari per garantirne la continuità sono stimabili in circa 25 milioni di euro per il triennio 2013/2016.

In considerazione della imminente scadenza del contratto e dei tempi necessari all’espletamento della eventuale gara occorre intervenire in tempi rapidi.

Sono certo del fatto che il vice ministro Ciaccia- opportunamente informato dell’importanza strategica della metromare prima dell’incontro romano di ieri- farà quanto in suo potere per garantirne la copertura finanziaria, e, in quest’ottica, la sua decisione di convocare  un tavolo tecnico per affrontare i temi del trasporto marittimo a Messina non può che essere letta come un segnale di apertura importantissimo ai fini del  rinnovo del servizio di collegamento.

Leave a Comment