sinergia

Quella che per anni è stata la sede dell’Istituzione ai servizi sociali in via Felice Bisazza, da molti indicata per la sua fatiscenza come l’emblema dello sfascio dei servizi sociali stessi,  adesso diventerà un centro di accoglienza per immigrati.  Mi sembra giusto soffermarmi su questo oggi non solo perché finalmente una struttura che cadeva letteralmente a pezzi verrà recuperata per un fine nobile ma anche e soprattutto perché, come avrete avuto modo di leggere sui giornali, l’operazione di trasformazione, per un valore complessivo di 800 mila euro circa, verrà realizzata con i fondi europei del Pon Sicurezza. 
Se è stato possibile raggiungere questo obiettivo, lo si deve ai due giovani esperti del Comune, Carmelo Lembo e Flavio Corpina, che hanno redatto il progetto sottoposto poi alla commissione giudicante ma, soprattutto, alla sinergia tra l’assessorato alle politiche della famiglia dell’assessore Dario Caroniti, l’assessorato alle manutenzioni dell’assessore Pippo Isgrò ed il dipartimento delll’arch. Maria Canale. 
Quando si fa squadra, quando si lavora l’uno con l’altro e l’uno per l’altro e non a compartimenti stagni, si riescono a raggiungere risultati straordinari.
 In un periodo di grave crisi economica come quello che stiamo vivendo, in cui i tagli sono la parola d’ordine, un plauso va fatto a chi è riuscito a realizzare un grande progetto a costo zero per il Comune. 
Lo sostengo da anni: fare gioco, fare squadra è il segreto di una buona amministrazione, oggi più che mai!

Leave a Comment